Politiche Di Immigrazione

Il Sudafrica è un paese particolare ed affascinante, per questo motivo ogni anno numerosi connazionali decidono di trasferirsi nel paese per periodi di tempo più o meno lunghi.

 

La legislazione per l’immigrazione sudafricana negli ultimi anni sta subendo un intenso processo di cambiamento e modifica. Rimane dunque importante ottenere informazioni corrette e/o affidarsi a consulenti per l’immigrazione serie ed esperti onde evitare problemi con le autorità o cader preda di compagnie fraudolente.

 

Rete diplomatico- consolare del Sudafrica in Italia

La Repubblica del Sudafrica è rappresentata in Italia da una rete diplomatico-consolare, a cui fa capo l’Ambasciata della Repubblica del Sudafrica a Roma.

 

Ai fini della richiesta immigratori e per la richiesta del visto, a seconda della propria residenza, si può fare riferimento all’ Ufficio Consolare presso l’Ambasciata della Repubblica del Sudafrica a Roma oppure al Consolato Generale della Repubblica del Sudafrica a Milano. La domanda di richiesta del visto dovrà essere fatta di persona.

 

Passaporto

Per l’accesso al paese e/o la richiesta del visto è necessario il passaporto elettronico. E’ inoltre richiesta validità residua di almeno 30 giorni successivi alla data di uscita prevista dal Paese, con almeno 2 pagine bianche.

 

Visto turistico

Fino a 90 giorni di permanenza nel Paese a fini strettamente turistici, il visto viene rilasciato ai cittadini italiani direttamente al momento dell’arrivo in frontiera.

 

Per soggiorni turistici superiori a 90 giorni occorre invece richiedere il visto d’ingresso presso la rete diplomatico-consolare del Sud Africa in Italia.

 

Rinnovo visto turistico

Il visto turistico di 90 giorni emesso al momento dell’arrivo in frontiera può essere rinnovato una sola volta per altri 90 giorni di attività turistica in loco tramite gli uffici del Visa Facilitation Service (VFS), ente parastatale. Tale rinnovo deve essere tassativamente richiesto entro e non oltre 60 giorni dallo scadere del visto stesso. Si segnala che la tempistica media minima per ottenere risposta alla propria domanda di rinnovo visto va è di 8 – 10 settimane. Rimane essenziale essere sempre in possesso di un visto valido durante il soggiorno nel paese e all’uscita dallo stesso.

 

Cambio visto

Se si è in possesso di un visto turistico, non è possibile richiedere una differente tipologia di visto per prolungare il proprio soggiorno nel paese per altri scopi (lavoro, studio, volontariato, ecc). Sarà quindi necessario il ritorno in Italia e la richiesta del visto presso la rete diplomatico-consolare del Sud Africa in Italia. Unica eccezione a tale norma è la richiesta di un visto per cure mediche in caso di emergenze medico sanitarie.

 

Rinnovo visto

Se si è già in possesso di un visto non turistico, il rinnovo dello stesso, o la richiesta di una differente tipologia di visto può essere fatta direttamente dal paese, tramite gli uffici del Visa Facilitation Service (VFS).

 

Visto per studio (study visa)

I visti per studio vengono rilasciati unicamente a studenti iscritti a corsi offerti da scuole, università o istituti educativi ufficiali. Tali visti avranno validità per l’intera durata del corso, o fino ad un massino di 3 anni per le scuole primarie e secondarie

 

Visto per attività di volontariato (volunteer visa)

Il visto di visita per motivi di volontariato viene rilasciato a chi intende svolgere attività di volontariato presso organizzazioni di beneficienza e organizzazioni senza scopo di lucro locali per un periodo da 3 mesi a 3 anni.

 

Se si è in possesso di un visto per attività di volontariato, non è possibile richiedere una differente tipologia di visto per prolungare il proprio soggiorno nel paese per altri scopi (lavoro, studio, ecc).

 

Visto per persone in pensione (retired person’s visa)

Il visto per pensione in pensione viene rilasciato a chi decide di andare in pensione o in pre-pensione in Sudafrica e può dimostrare regolari pagamenti a suo favore da parte di un fondo pensionistico oppure beni e fondi personali, pari da un valore minimo stipulato regolarmente dalle autorità locali.

 

Da notare è l’assenza di vincoli d’età per la richiesta di questo visto, che da diritto di residenza nel paese, ma che non rimane compatibile con attività lavorativa o simile.

 

Tale visto viene emesso per un massimo di 4 anni.

 

Visto di accompagnamento per coniugi, conviventi o familiari fino al secondo grado (relative visa)

Coniugi, conviventi e familiari di cittadini sudafricani o di residenti permanenti nel paese, fino al secondo grado di parentela, possono richiedere tale tipologia di visto di accompagnamento, che viene rilasciato per un minimo di 2 e per un massimo di 4 anni.

Da notare che in questo caso la legislazione per l’immigrazione sudafricana equipara matrimoni a convivenze stabili, sia fra persone dello stesso che di differente sesso.

Nel caso di coniugi o conviventi, la durata della relazione precedentemente alla richiesta del visto deve esser stata di almeno 2 anni.

Coniugi e figli di richiedenti di visto di lavoro, studio, pensionamento o volontariato per il Sudafrica possono a loro volta richiedere un visto di accompagnamento, che viene rilasciato per la medesima durata di quello del coniuge/genitore.

 

Visto per motivi d’affari (business visa)

I visti per motivi d’affari vengono rilasciati a chi intende avviare o investire in un’attività non ancora registrata in Sud Africa. L’ammontare minimo di tale investimento viene aggiornato regolarmente dalle autorità locali. La richiesta di tale visto dovrà essere accompagnata da una dichiarazione in cui il richiedente si impegna ad assumere cittadini sudafricani (o comunque stranieri stabilmente residenti nel Paese) per almeno il 60% della forza-lavoro impiegata. Il titolare di un visto d’affari sarà poi chiamato a dimostrare di aver rispettato l’impegno assunto, entro 12 mesi dal suo ottenimento.

Visti di lavoro

I visti emessi per motivi di lavoro possono essere di diverse tipologie, fra cui le più significative sono:

 

Lavoro subordinato generale (general work visa)

La durata massima di tale visto è di 5 anni. Per il rilascio dello stesso il richiedente dovrà presentare un certificato rilasciato dal Ministero del Lavoro sudafricano in cui, tra l’altro, si attesta che il datore di lavoro non e’ stato in grado di reperire un lavoratore sudafricano (o straniero stabilmente residente in Sud Africa) con qualifiche lavorative analoghe a quelle del richiedente, e che i termini del contratto sono in linea con le condizioni generali di retribuzione vigenti in Sud Africa.

 

Visto per lavoratori dotati di abilità di interesse prioritario (critical skills visa)

Tali visti vengono rilasciati a chi possiede abilità riconosciute come di interesse prioritario dal Ministero degli Interni sudafricano. Tale visto ha la durata massima di 5 anni. Lo stesso può essere rilasciato al richiedente per un massimo di 12 mesi anche in assenza di un contratto di lavoro. Iin questo caso, il titolare del visto avrà 12 mesi di tempo per trovare un’occupazione e richiedere un rinnovo del visto per altri 4 anni.

 

per trasferimenti intra-societari di personale subordinato (“intra-company transfer work visaI visti Viene invece aumentato a 4 anni il periodo massimo di validità di un visto per trasferimento intra-societario di personale subordinato, ma se ne vieta espressamente la possibilità di un’estensione. Diversamente, la durata massima di un “corporate visa” viene confermata in 3 anni, con possibilità di rinnovo.

 

Trasferimento intra-societario (intra company transfer visa)

Tale visto è riservato a trasferimenti intra-societari di personale subordinato di compagnie multi nazionali. La durata massima di questo visto è di quattro anni e lo stesso non è rinnovabile dal Sudafrica. Un eventuale nuova richiesta dovrà dunque essere presentata presso la rete diplomatico-consolare del Sud Africa in Italia.

 

Permanenza nel paese oltre la data di scadenza del visto (overstay appeal, undesirable person)

Le nuove disposizioni immigratorie prevedono un inasprimento delle sanzioni nei confronti di chi si dovesse trattenere in Sud Africa oltre la scadenza del visto. In tale caso, difatti, si verrà automaticamente dichiarati “persona non grata” (undesirable person under section 30(1)), con divieto di rientrare nel Paese per un periodo dai 12 mesi ai 5 anni.

 

Segnaliamo che la dichiarazione di persona non grata viene automaticamente attribuita anche a chi esce dal paese in data successiva alla scadenza del visto, avendo presentato domanda di rinnovo o estensione dello stesso ma non avendo ottenuto un riscontro positivo dalle autorità.

 

E’ prevista la possibilità di appello in via amministrativa avverso la dichiarazione di persona non grata (entro 10 giorni dalla sua emissione), con l’invio di una e-mail all’indirizzo overstayappeals@dha.gov.za, ferma restando la possibilità di ricorso in via giudiziale.

 

Data la natura e la durata del processo d’appello, si consigli ai connazionali di affidarsi per lo stesso a consulenti per l’immigrazione di fiducia onde evitare problemi con le autorità o cader preda di compagnie false.

 

Possessione di un visto fraudolento (prohibited person)

Le nuove disposizioni immigratorie prevedono inoltre un inasprimento delle sanzioni nei confronti di chi è in possesso di documenti e/o visti fraudolenti. In tale caso si verrà automaticamente dichiarati “persona proibita” (prohibited person under section 29(1)), con divieto perpetuo di rientro nel Paese.

 

Segnaliamo che la dichiarazione di persona non grata viene automaticamente attribuita anche a chi esce dal paese in data successiva alla scadenza del visto, avendo presentato domanda di rinnovo o estensione dello stesso ma non avendo ottenuto un riscontro positivo dalle autorità.

 

E’ prevista la possibilità di appello in via amministrativa avverso la dichiarazione di persona proibita (entro 10 giorni dalla sua emissione), ferma restando la possibilità di ricorso in via giudiziale. Data la natura e la durata dei tale processo d’appello, si consiglia affidarsi per lo stesso a consulenti per l’immigrazione e a legali esperti.

 

E’ estremamente importate per i connazionali affidarsi dunque ad affidabili ed esperti consulenti per l’immigrazione e di attenersi scrupolosamente alla legislazione locale.